Tema/i | repressione | antifascismo : Thun: violenta repressione contro marcia antifascista
  19-10-2005 21:17
Autore : ((i))
 
 
  Sabato 15 ottobre in oltre 350 hanno manifestato a Thun (), dando un segnale forte e chiaro contro le derive di estrema destra nella regione.
Un'onda nera che bersaglia i/le giovani dei movimenti di sinistra e alternativi, costantemente vittime di attacchi fascisti.
Nel luglio di quest'anno, i nazisti hanno sparato ad un militante antifascista, alla stazione di Thun.

Quando si tratta di queste aggressioni, la polizia di Thun resta solitamente inattiva. Sabato sera invece ha violentemente represso la marcia antifascista indetta dall'Antifa Oberland.
La polizia è accorsa in massa e in maniera del tutto spropositata, accerchiando la stazione ferroviaria. Ha utilizzato numerosi camion, idranti, cani ed armi varie.
Due persone hanno cercato di parlare con il responsabile della polizia e si sono avvicinati tenendo le mani alzate. La polizia ha risposto sparando diversi proiettili di gomma. (continua...)

Uova di vernice contro la polizia bernese (fr) - (de)
:: Rassegna stampa (de)
:: AntiRep Thun
1 - 2 - 3

[Multilanguage: de - fr]
 
     
  L'ambiente si è bruscamente surriscaldato all'esterno delle linee della polizia, diverse centinaia di simpatizzanti e manifestanti non accerchiati hanno tentato di liberare i manifestanti bloccati.
La polizia ha sparato numerosi proiettili di gomma sia all'interno che all'esterno dell'accerchiamento. Ha utilizzato inoltre spray al pepe e gas lacrimogeni senza risparmiare manganellate. La polizia ha inoltre annunciato al megafono che non avrebbe rispettato la distanza legale minima per lo sparo dei proiettili di gomma, infatti ha poi sparato diversi colpi ad altezza viso a meno di due metri dai manifestanti.
Ci sono stati numeros* manifestanti ferit* all'interno dell'accerchiamento, che era senza vie di fuga.

I/le manifestanti rischiano ora di ricevere un avvertimento scritto per partecipazione a manifestazione non autorizzata e una multa tra i 100 e i 5000 franchi.
È evidente che la polizia, con la scusa di evitare danni materiali, ha impedito la manifestazione antifascista a Thun.
Il principio di proporzionalità non è stato rispettato, così come diversi diritti fondamentali (dell'uomo, libertà d'opinione, libertà di riunione e integrità fisica).

 
     
 
> stop cops!
stop cops!
 
  > Commenta questo articolo  
> Aggiungi una traduzione a questo articolo
> Scarica l'articolo in formato .PDF
> Invia questo articolo per email