Grecia: forte repressione poliziesca e giudiziaria
  13-04-2010 18:52
Autore : solidarietà
 
 
  Domenica la polizia greca ha lanciato una retata. 6 anarchici sono stati arrestati, altri 10 sono ricercati. In risposta il politecnico è stato di nuovo occupato.  
     
  traduzioni italiane tratte dal sito  http://www.informa-azione.info/

------------------------------------------------------------------------------------

tratto da After the Greek Riots

La polizia ha reso pubblici i nomi e le foto degli arrestati. Tutti e 6 sono accusati di partecipazione al gruppo di guerriglia "Lotta Rivoluzionaria"
Sabato notte la polizia ha arrestato almeno 6 persone in raid in case nei dintorni di Atene. I 6 sono accusati di partecipazione ad una "organizzazione terrorista". Alcuni degli arrestati sono certamente anarchici (i dettagli sugli arresti sono ancora incerti) e per questo dei compagni hanno occupato il Politecnico di Atene in risposta alla retata.

La dichiarazione rilasciata dagli occupanti dice:

"Oggi, sabato 10.04.10, la polizia ha arrestato 6 persone con l'accusa di partecipazione ad un'organizzazione terrorista. In un momento di "crisi finanziaria", mentre il governo cerca di nascondere la sua confusione con
i pacchetti di sostegno da parte dei leaders europei, esso promuove attraverso i mass media la repressione del cosiddetto "terrorismo interno" come parte del suo tentativo di contenere il generalizzato malcontento
popolare. Nella notte di sabato, 10 aprile, abbiamo occupato il Politecnico e domenica 11 terremo un'assemblea aperta alle 20 nell'auditorium Gini sulla repressione di Stato e del terrorismo promosso dalle tattiche dell'immune
e neo-dittatoriale polizia...
IL TERRORISMO DI STATO e dei mass media non devono passare

IL POLITECNICO OCCUPATO
________________________________
Aggiornamenti sul caso:

* Il compagno anarchico Konstantinos T. prima è stato arrestato per strada per "il sospetto di una rapina", in seguito è stato accusato del possesso di una pistola, in quanto la polizia aveva fatto irruzione in casa dei suoi genitori ed aveva trovato una pistola di antiquariato di proprietà del nonno. Egli dovrà comparire davanti al giudice lunedì 12 aprile - c'è già un appello per un presidio solidale al di fuori del tribunale.
* Un'altra compagna ha avuto la casa perquisita per più di 24 ore prima di essere trasferita al commissariato.

----------------------------------------------------------------------------

Aggiornamenti e dettagli sull'arresto dei 6 compagni greci accusati di appartenere ad un'organizzazione terroristica, indicata dalla polizia come "Lotta Rivoluzionaria".

fonte: www.occupiedlondon.org/blog/ - 11.04.10

Informazioni 'trapelate' dalla polizia suggeriscono che le cosiddette 'unità Anti-Terrorismo' sono alla ricerca di altre dieci persone da arrestare.
In queste ore, domenica sera, oltre 500 compagni stanno partecipando ad un'assemblea aperta presso il Politecnico occupato di Atene e stanno decidendo in merito alle azioni immediate di solidarietà.
In precedenza, nella giornata, si sono tenuti due presidi solidali davanti alla case che hanno subito l'irruzione, a Exarchia e Petralona, mentre la polizia era ancora all'interno delle case alla ricerca di "elementi di prova". Scontri lievi si sono avuti con le forze antisommossa durante i due presidi. Oggi, le notizie sull'arresto dei compagni e sulle incursioni delle loro case da parte della polizia hanno dominato i mezzi di comunicazione della Grecia... proprio in queste ore, di domenica sera, il governo greco ha accettato di prendere un prestito dal Fondo Monetario
Internazionale ...

A questo indirizzo web 2 video (in sequenza) sull'arresto dei compagni in Grecia. Sono estratti dai telegiornali nazionali che espongono i compagni e le loro abitazioni, proponendo gli elementi per una prima forca mediatica.

Sulle accuse formalizzate ai 6 compagni arrestati ad Atene

fonte: After tre Greek Riots, 12.04.10

Secondo i media le accuse contro i 6 arrestati sono:

-partecipazione ad un'organizzazione terroristica,
-tentato omicidio in concorso,
-fornitura, fabbricazione e possesso di materiale incendiario / bombe in concorso,
-concorso in attacco esplosivo in e tentativo di provocare un'esplosione e 4 fatti specifici:
- danneggiamenti provocati da esplosivi
- possesso illegale ed utilizzo di armi da fuoco

Tutti i reati sono da collegare all'organizzazione Lotta Rivoluzionaria, azioni che partono dal 2003.
Attualmente i 6 compagni si trovano a Evelpidon (Tribunali di Atene), mentre all'esterno si sta svolgendo un presidio solidale. 2 compagni solidali sono stati fermati per resistenza ed insulti alle autorità.
Cariche da parte delle forze antisommossa.
 
     
   
  > Commenta questo articolo  
> Aggiungi una traduzione a questo articolo
> Scarica l'articolo in formato .PDF
> Invia questo articolo per email