Tema/i | media/net-attivismo | repressione : [Inghilterra] Sequestrato server di Indymedia
  24-01-2009 12:15
Autore : ((i))
 
 
  ::Aggiornamento 11 febbraio::
Lunedì 9 febbraio, in relazione al sequestro del server di Indymedia da parte della polizia inglese, è stato arrestato un uomo per il semplice motivo di essere il fornitore dell'hosting del sito di Indymedia UK.
Maggiori informazioni qui

+++++++++++++++++++

Il 22 gennaio 2009 la polizia di Manchester, Inghilterra, ha sequestrato un server di Indymedia. Il motivo dovrebbe essere il recente articolo sul processo con condanna a dei manifestanti animalisti.

Questa mattina [22.01] la polizia ha contattato per e-mail gli amministratori di IMC-UK, richiedendo la rimozione dall'articolo di informazioni sul giudice del processo SHAC. Questo malgrado quel contenuto fosse già stato rimosso, in quanto in contrastocon la policy di Indymedia UK. L'e-mail chiedeva inoltre di fornire informazioni su chi pubblicò l'articolo. Indymedia, bastata sul principio dell'open-posting, non conserva però nessun tipo di informazione a proposito di chi posta.
La macchina è stata consegnata alla polizia dall'amministrazione di UK Grid, un provider con sede a Manchester, senza che i poliziotti avessero mostrato alcun mandato: gli agenti hanno soltanto comunicato che avrebbero potuto facilmente procurarsene uno. Visto che il server in questione era soltanto un mirror del sito di Indymedia UK il sito è tutt'ora utilizzabile.

Oltre che a Indymedia UK il server ospitava anche IMC London, global Indymedia documentation project, Soka Mata (un sito sulla campagna anti-OGM, Transition Sheffield e un sito sulla campagna contro i giochi Olimpici canadesi del 2010.


Approfondimenti:
L'articolo originale in inglese di Indymedia UK - Sequestro server a Bristol, 2005 - Sequestro server in USA e UK, 2004
 
     
   
     
 
>
 
  > Commenta questo articolo  
> Aggiungi una traduzione a questo articolo
> Scarica l'articolo in formato .PDF
> Invia questo articolo per email