Tema/i | guerra | repressione : Lugano tolleranza zero
  25-11-2007 19:28
Autore : nodosolidale, zksquatt, audioresistance
: http://
 
 
  Sulle cariche e gli arresti durante l'iniziativa antimilitarista a lugano di domenica 25 novembre  
     
  Oggi 25 novembre abbiamo partecipato all'iniziativa antimilitarista organizzata da alcune situazioni antagoniste di Lugano tra cui il csoa il molino e il collettivo clown army. Era stato organizzato un presidio in una piazza di lugano con performances musica e contro informazione. Nel pomeriggio si svolgeva la parata militare organizzata dalle autorita' locali. Durante la sfilata i clownarmy seguiti da altri manifestanti hanno fatto un'incursione all'interno della parata con una performance contro l'esercito. L'azione comunicativa e' stata brutalmente repressa da un cordone di polizia che ha allontanato con la forza alcuni manifestanti e arrestato 11 clown sotto gli occhi dei cittadini spettatori che hanno non solo ignorato, ma in alcuni casi appoggiato l'intervento repressivo e violento.

I manifestanti e i clown si sono allora diretti sotto la questura per richiedere la liberazione dei fermati.
Dopo alcune ore grazie alle pressioni dei manifestanti la polizia ha rilasciato i clown dopo averli identificati.

A questo punto in corteo i partecipanti si sono allontanati.
Mentre il concentramento si stava disperdendo la polizia, schierata in assetto antisommossa, ha caricato alle spalle senza preavviso.
La carica, del tutto immotivata, e' durata alcuni minuti seguita dall'inseguimento di alcuni clown, presi e picchiati a terra lungo la strada.

Denunciamo la reazione della polizia che ha attaccato violentemente una manifestazione pacifica e comunicativa.
Proprio nel giorno in cui si celebra l'efficienza dell'esercito abbiamo visto con i nostri occhi la sua brutalità operativa.
La reazione è stata totalmente spropositata difronte ad un gruppo di giovani vestiti da pagliacci con parrucche e fischietti armati solo di voglia di comunicare un dissenso nei confronti dell'autorita' militare e di tutte le guerre.

Carri armati, bombe a mano, fucili sono e rimangono strumenti di morte e non giocattoli di cui vantarsi e mettere in mostra.
Difronte a queste considerazioni e alla volontà di comunicare, lo stato ha mostrato la sua vera faccia con cariche e manganelli.

Solidarieta' ai clown e ai compagni arrestati
No alle barbarie militari e della polizia



Nodo Solidale
Zksquatt
Audioresistance
 
     
 
> foto delle cariche
foto delle cariche
> foto delle cariche
foto delle cariche
 
  > Commenta questo articolo  
> Aggiungi una traduzione a questo articolo
> Scarica l'articolo in formato .PDF
> Invia questo articolo per email
  pacifismo violento? 2007-11-27 19:40  
leggo sui giornali, l'epilogo della contro manifestazione, capisco qualcosa ma penso, siamo alle solite.
Vengo a dare un'occhiata di qua dall'altra parte della barricata, sfoglio foto e commenti, e mi chiedo.

L'esercito é un'istituzione antica, forse assurda, ma profondamente radicata nella nostra cultura.
La polizia é fondamentalmente nata da una costola dell'esercito, ma dovrebbe essere qualcosa di diverso.

non vorrei aver nulla da spartire con l'esercito e nel mio intimo mi oppongo inorridito da questo strumento di morte.
non farei mai il poliziotto, davvero un brutto mestiere, ma rispetto chi lo fa e non lo derido perché tra i lavori penosi questo é il peggiore e mi auguro che non sia destino dei peggiori far quel mestiere.

Il vostro, visto così, é una forma di pacifismo violento, un provocare estremo, un pungolare il branco di ringhiosi per farsi aggredire, per ricevere i calci in faccia eppoi piangere l'ingiustizia subita.
cos'é questo bisogno di adrenalina, perché accanirsi contro gli "sbirri", che son lì per guadagnarsi il pane con quel lavoro infame?

Non so qual'é l'effetto realmente sortito da queste vostre gesta. io naufrago a dover scegliere su quale delle 2 isole approdare mi troverei pieno di dubbi e probabilmente continuerei a nuotare alla ricerca di un altro approdo.



nicola