Tema/i | media/net-attivismo : Cosa sono le mailing lists di Indymedia?
  21-09-2006 16:34
Autore : ((i))
: http://
 
 
  Cos'è una mailing list.
In generale, una mailing list e' un programma automatizzato che distribuisce automaticamente un messaggio inviato al suo indirizzo a tutta una serie di indirizzi. Sostanzialmente e' un meccanismo per automatizzare la possibilita' di portare a termine una discussione via mail collettivamente. Se voi inviate una mail all'indirizzo di una mailing list, il messaggio verra' distribuito a tutti gli iscritti, voi inclusi.
 
     
  Funzione delle mailing lists.
Le mailing lists sono uno dei meccanismi di partecipazione diretta piu' usati da Indymedia Italia. Tutte le discussioni e le decisioni riguardo a Indymedia Italia vengono elaborate in mailing list. Il lavoro editoriale e di organizzazione di Indymedia avviene attraverso le sue mailing lists. Tutte le liste sono aperte e pubbliche; chiunque puo' iscriversi e partecipare; chiunque puo' consultare vecchie e nuove discussioni e progetti negli archivi.

Meccanismi di partecipazione delle mailing lists.
Nonostante sembri molto facile partecipare a una discussione via mail, in realta' esistono tutta una serie di regole informali a cui generalmente ci si attiene, proprio perche' non sono regole tese a rendere la mailing list un posto piu' educato, ma solo un posto piu' vivibile, prendendo in considerazione elementi come la scarsa possibilita' di connessione di alcuni, la comprensibilita' delle discussioni e la facilitazione nel seguire discussioni complesse. Subject: Uno dei primi meccanismi con cui identificare le discussioni e' ovviamente il Subject o Oggetto del messaggio. E' importante ricordarsi di cambiarlo ogni volta che si cambia argomento di discussione per permettere alle persone di orientarsi in ambiti in cui spesso si intrecciano molteplici discorsi e un elevato numero di messaggi.

Thread:
E' definito thread una serie di messaggi in risposta l'uno all'altro. E' importante gestire in maniera attenta i thread: se dovete aprire una discussione non rispondete a un vecchio messaggio, ma scrivete un nuovo messaggio da zero alla lista; viceversa se dovete aprire una piccola sottodiscussione all'interno di una discussione piu' generale va benissimo continuare a rispondere al "thread" della discussione generale.

Quoting:
Si definisce Quoting il meccanismo con cui si citano i messaggi a cui si stanno rispondendo. Una delle pratiche che rendono difficile la consultazione di una mailing list e' l'eccesso di quoting o la carenza drastica dello stesso. E' importante che rispondendo a un messaggio conserviate giusto le porzioni del messaggio che aiutano a capire di chi e' il messaggio a cui state rispondendo e il/i punti a cui state rispondendo di una certa mail. Spesso si assiste in mailing list a mail contenenti tutto il messaggio a cui si sta rispondendo e una riga di risposta vaga e generica, oppure a messaggi chilometrici di risposta senza una riga che contestualizzi la discussione, cose entrambe da evitare.
Crossposting:
Si definisce crossposting la pratica di inviare un messaggio identico a molteplici liste. Questa pratica e' da limitare a casi di stretta necessita' perche' di solito anziche' aumentare l'attenzione sull'argomento del messaggio ne fanno calare in maniera inversamente proporzionale l'incisivita'.
Alcune regolette di convivenza: no messaggi in html, no spamming, no pippe personali e scazzi personali, no commenti generici su come va il mondo. Considerate infine che in alcune mailing list sono iscritte molte persone: significa che ogni messaggio alla lista, va a intasare le caselle di posta di tante anime pie. che va benissimo, perche' e' il bello di Indy, pero' e' nostra regola aurea invitare alla *indymoderazione*, insomma postate il necesario!

Dubbi: Se avete dei dubbi topici sul funzionamento di Indy, scrivete alla lista interessata, possibilmente spiegando bene COSA non avete capito. Ogni lista e sublista ha degli owner: persone che materialmente e tecnicamente ne garantiscono il funzionamento, se non capite qualcosa dal punto di vista tecnico, scrivete all'owner della lista specifica.

Meccanismi di discussione nelle mailing lists.
I meccanismi relazionali delle assemblea reali in carne ed ossa sono abbastanza diversi da quelli che si verificano in mailing list. Spesso portare avanti discussioni virtuali in mailing list origina toni piu' aspri e secchi senza che questo implichi una intenzione "rissosa" o poco civile da parte dei partecipanti. Semplicemente il medium mail tende a rendere piu' fredda la comunicazione e l'interposizione di un monitor tra chi discute rende piu' facile usare toni "forti". Non vi spaventate quindi ai primi "flame" (come vengono definite le discussioni piu' accese) o se le risposte ad alcuni vostri messaggi sembreranno molto dure. Con un po' di esperienza si riesce facilmente a distinguere quando il tono di un messaggio e' seriamente un attacco nei vostri confronti o e' semplicemente parte di una discussione accessa :)) Tra coccole e pancate si cerca di arrivare a una decisione che includa piu' possibile anche le ragioni del dissenso. Pancate? Significa scagliare con violenza una panca addosso a una persona che sta dicendo una cosa su cui davvero non sei d'accordo. E' un modo gentile, tipico di indy, per manifestare dissenso. Talvolta i toni sono duri, acidi, aggressivi. Di solito alle pancate seguono flames, ovvero discussioni talvolta interminabili sul thread (argomento) in questione. Normalmente si finisce a tarallucci e cicuta: grandi dichiarazioni di stima e fiducia universale, molti baci e arrivederci al prossimo flame. Indy si e' finora dimostrata poco incline a farsi i complimenti da sola. Cioe', ci si vuole un gran bene, e di fondo si pensano cose bellissime del lavoro di Indy, ma durante... ci si massacra abbastanza. Quasi sempre, da questi animati e amichevoli dibattiti esce fuori un pezzetto della policy (o codice) di Indy: si prendono decisioni, si definiscono linee guida. emergono spontaneamente, incredibile ma vero. Il consiglio qui e' di fare yoga, canne o altre cose che rilassino. Se sei under attack, concentrati su una frase: non e' niente di personale. Un po' e' vero, un po' no. Tu respira, se necessario stai in ascolto per giorni o settimane quando ti passa, torni.

Meccanismi di decisione nelle mailing lists.
Sulle liste di Indymedia Svizzera il meccanismo decisionale utilizzato e' sempre lo stesso. Sostanzialmente si comincia da una proposta da parte di qualcuno che viene sottoposta alla discussione collettiva. Se la proposta e' ben delineata si tende a far prevalere la norma del silenzio-assenso, per cui se entro una certa data dalla porposta nessuno si pronuncia contro, la proposta viene considerata "approvata".
Nel caso in cui vengano esposte critiche, dubbi, opposizioni si cerca di applicare il cosidetto Metodo del Consenso (MC), cercando di intessere in una proposta unica posizioni differenti. Questi sono i termini "burocratici" della questione, mediata da una sana dose di buon senso e di voglia di confronto da parte di chi partecipa alle discussioni.
E' da notare che l'elaborazione di proposte spesso avviene in una sub- mailing list di un "gruppo di lavoro" (editorial, video, etc..) per poi essere riportata una volta dettagliata nella lista generale (davos), per una approvazione finale.

Dove trovo le mailinglist di Indymedia Svizzera?
Esiste anche una pagina internazionale di accesso a tutte le mailing lists di Indymedia che e' su: lists.indymedia.org che ti permette di avere una visione d'insieme di tutte le liste di Indymedia, svizzere e non.
 
     
   
  > Commenta questo articolo  
> Aggiungi una traduzione a questo articolo
> Scarica l'articolo in formato .PDF
> Invia questo articolo per email